Internalizzatore sistematico

La Banca ha assunto la determinazione di cessare l’attività di internalizzazione sistematica riservata, come da Policy, all’esecuzione per gli ordini della clientela aventi ad oggetto titoli obbligazionari non ammessi a negoziazione nei mercati regolamentati ed emessi dalla Banca e dalla Capogruppo, nel caso tale sede sia stata indicata come mercato secondario nella documentazione consegnata al Cliente in fase di collocamento, circostanza prevista per i soli prestiti obbligazionari emessi antecedentemente il marzo 2010.

A riguardo, infatti, è stato  rilevato che non risultano in essere prestiti obbligazionari emessi dalla Banca e che l’Internalizzatore Sistematico da tempo non presenta alcuna operatività ed evidenzia il listino dei titoli trattabili vuoto. Pertanto, in considerazione del quadro di sintesi sopra delineato e coerentemente al modello di prestazione dei servizi di investimento della Banca, incentrato sul ricorso a sedi di negoziazione multilaterali, è stata deliberata la cessazione dell’attività di internalizzazione sistematica con decorrenza 30 aprile 2017.

Tale decisione è stata comunicata alla Consob ai sensi dell’articolo 21, comma 3) del Regolamento Mercati ed informativa in tal senso viene tempestivamente fornita alla clientela mediante comunicazione sul sito web della Banca, il canale di diffusione delle informazioni stabilito dal Regolamento dell’Internalizzatore Sistematico.

Definizione

L'internalizzatore sistematico costituisce un sistema di negoziazione alternativo ai mercati regolamentati che in modo organizzato, frequente e sistematico negozia per conto proprio, eseguendo gli ordini del cliente al di fuori appunto di un mercato regolamentato o di un sistema multilaterale di negoziazione, garantendo la liquidità dei titoli in esso negoziati e ponendosi come controparte del cliente che intende vendere o acquistare titoli.

Vai su